CARATTERISTICHE ESSENZIALI DI UN LEADER, DELLA LEADERSHIP E DEL MANAGEMENT - Gocce Network Marketing

Vai ai contenuti

CARATTERISTICHE ESSENZIALI DI UN LEADER, DELLA LEADERSHIP E DEL MANAGEMENT

Autore: Pasquale Gambarelli - Anna De Flandre
Inserito su goccenetworkmarketing.it in data: 27/01/2017
          
Una delle ABILITÀ più difficili da DEFINIRE e da ACQUISIRE è quella che viene comunemente chiamata l'abilità di LEADERSHIP.

Il problema della definizione della LEADERSHIP ha sempre occupato le menti di personalità brillanti che volevano trovare un modo di fornire una BACCHETTA MAGICA a chi ne fosse bisognoso.

Ovviamente i CORSI DI FORMAZIONE per distribuire il pane della CONOSCENZA su

  • COSA voglia dire,

  • COME mettere in pratica

una buona LEADERSHIP sono talmente DIFFUSI proprio per l'IMPORTANZA che ricopre questa abilità in OGNI settore in cui ci sia un gruppo di persone da GUIDARE per il conseguimento di un OBIETTIVO.

La persona che traccia il PERCORSO che gli altri componenti del gruppo SEGUONO per il raggiungimento dell'obiettivo si chiama LEADER.



Quindi il Leader stabilisce un percorso e gli altri lo devono seguire?

Detto in modo SEMPLICISTICO ma ERRATO può essere riassunto così per cui è OPPORTUNO dare una definizione PIÙ corretta fornita da un grande Networker americano:



Come vedi NON è la stessa cosa che pensi TU per i due seguenti MOTIVI:

  • le persone fanno delle cose che NORMALMENTE non fanno,

  • fanno VOLENTIERI queste cose.
 
Nessuno OBBLIGA le persone a fare alcunché.

E questa è una di quelle cose che differenzia la LEADERSHIP dal MANAGEMENT, ovvero la GESTIONE di un gruppo.

Per molto tempo si potevano trovare, e si trovano ancora oggi, dei libri in cui il concetto di LEADERSHIP viene accomunato a quello di MANAGEMENT e, in molti casi, non sembra esservi alcuna DISTINZIONE tra i due, ma è VERAMENTE così?

Supponiamo che ci sia un ufficiale dell'esercito che abbia un tale ASCENDENTE sui suoi soldati da CONVINCERLI, senza OBBLIGARLI, ad uscire dal loro riparo per attaccare il nemico a costo della VITA.




In questo caso i soldati fanno qualcosa che NORMALMENTE non farebbero e, anche se non lo fanno VOLENTIERI, lo fanno

  • VOLONTARIAMENTE,

  • senza PROTESTARE

per cui parliamo di LEADERSHIP.

A trecento chilometri di distanza c'è un ALTRO ufficiale che deve trovare dei soldati per pulire i bagni di cui si servono TUTTI  i soldati del SUO reparto.

    
L'ufficiale, SICURO di avere un qualche ASCENDENTE, chiede dei volontari.

È sinceramente CONVINTO che NON avrà DIFFICOLTÀ a trovarli perché, in fin dei conti, si tratta di un servizio utile a TUTTI i componenti del reparto.

NESSUNO si propone.

COSA FA allora il nostro ufficiale?

VALUTA le persone alle SUE dipendenze e, in base alle ESIGENZE di servizio, ORDINA a tre soldati di andare a pulire i bagni.

I soldati, mugugnando, si avviano a svolgere il loro SERVIZIO.

In questo caso parliamo di MANAGEMENT.

Anche il primo ufficiale poteva ORDINARE ai suoi uomini di attaccare il nemico.

    
    
Certo.

Conosci il numero di UFFICIALI che nella 1a GUERRA MONDIALE venivano colpiti alle spalle dai LORO soldati perché ORDINAVANO loro di andare INCONTRO alla morte?

Ma, lasciando perdere questo caso particolare DIMMI, quando qualcuno ti OBBLIGA a fare qualcosa, il RISULTATO FINALE è uguale sia che tu RISPETTI quella persona oppure NO?

Quale IMPEGNO metteresti se tu NON fossi OBBLIGATO?

Non puoi INDICARE la via se non hai

  • il RISPETTO,

  • la FIDUCIA

di chi ti DOVREBBE seguire.

Nel PRIMO caso l'ufficiale gode

  • del RISPETTO,

  • della FIDUCIA

dei SUOI soldati e, quindi, ha INFLUENZA sui suoi uomini.

Nel SECONDO caso l'ufficiale ha una  AUTORITÀ che gli deriva dal GRADO, ovvero dalla sua POSIZIONE all'interno della STRUTTURA in cui opera.

Molti DIRIGENTI aziendali si trovano nella stessa posizione dell'ufficiale che DEVE far svolgere un servizio di pulizia ai bagni ma CREDONO di essere uno di quegli ufficiali in grado di mandare delle persone incontro al NEMICO senza che nessuno protesti.

Perché le persone, in una realtà AZIENDALE, eseguono le disposizioni del loro MANAGER?  

Perché, altrimenti, PERDEREBBERO il loro posto di lavoro!



Perché le persone, in una struttura GERARCHICA come l'esercito, vanno a pulire i bagni anche se NON vogliono farlo?

Perché, altrimenti, SUBIREBBERO delle ricadute negative!

Perché gli impiegati di un ufficio, VEDENDO il loro capoufficio che sta ancora lavorando allo SCADERE del normale orario di lavoro, invece di lasciarlo da SOLO, si fermano per aiutarlo a TERMINARE quello che sta facendo SENZA che il capoufficio glielo chieda?

Perché il capoufficio

  • ha il loro RISPETTO,

  • gode della loro STIMA

per cui riesce ad ottenere che i SUOI impiegati gli diano una mano senza neanche LONTANAMENTE pensare di poter usare l'AUTORITÀ che gli deriva dal proprio RUOLO e senza neanche avere la necessità di CHIEDERE.

Un capoufficio di questo tipo è un LEADER.

E nel Network Marketing, cosa vuol dire LEADERSHIP?

Nel NETWORK MARKETING la LEADERSHIP vuol dire tante cose ed ha cambiato significato nel corso degli anni.

La gente vive di molte PAURE come quella di

  • AFFRONTARE le persone,

  • PARLARE davanti agli altri,

  • PROPORRE l'attività o i prodotti a

    • COLLEGHI,

    • AMICI,

    • CONOSCENTI

perché TEME il giudizio degli altri sulla SUA persona.



Un UPLINE o SPONSOR riesce ad ottenere che le persone adottino VOLENTIERI dei comportamenti tali da fargli SUPERARE le LORO paure attraverso comportamenti che le stesse persone NORMALMENTE non farebbero VOLONTARIAMENTE?

Il nostro Sponsor o Upline é un LEADER che sta esercitando la sua LEADERSHIP.

Riesci ad IMMAGINARE

  • l'INFLUENZA che una tale persona ha sulla gente che lo circonda,

  • quali VANTAGGI ricevono le persone che lo frequentano?

Il LEADER aiuta a SVILUPPARE una crescita POSITIVA negli individui che lo SEGUONO attraverso la SUA azione di LEADERSHIP.

Non molti anni fa, e anche adesso, molti LEADER pensavano che LEADERSHIP volesse dire INSEGNARE alle persone COSA pensare.

La concezione di LEADER sta cambiando.

Adesso si pensa che il LEADER dovrebbe

  • insegnare alle persone  a CREDERE in se stesse,

  • insegnare loro non COSA pensare ma COME pensare.

È passato o, meglio, sta passando il tempo in cui si credeva che bastasse INDOTTRINARE la gente a fare quello che TU volevi per ottenere che ti SEGUISSERO.

Purtroppo, però, stiamo assistendo, negli ultimi decenni, anche al fenomeno di gente che va alla RICERCA di persone che dicono loro COSA pensare

Il fenomeno delle

  • BANDE giovanili,

  • SETTE di vario tipo

e quant'altro sono degli ESEMPI che si trovano davanti agli occhi di TUTTI.

Le persone a capo di queste BANDE o SETTE dicono

  • COSA le persone DEVONO pensare,

  • quello a cui DEVONO adeguarsi.

Sono dei LEADER?

NO, NON sono dei LEADER.

Sono dei BOSS.

Anche se godono del tuo RISPETTO, NON SONO le persone che ti faranno CRESCERE.

Quello che oggigiorno definisce un LEADER è la sua CAPACITÀ di INCORAGGIARE

  • il CRESCERE della FIDUCIA in se stessi,

  • il senso di AUTOSTIMA

di coloro che lo SEGUONO.


 
Ma come faccio a riconoscere un Leader?

Osserva

  • il tuo SPONSOR,

  • i tuoi UPLINE.

La gente che li SEGUE sta AUMENTANDO la propria

  • FIDUCIA,

  • AUTOSTIMA?

La gente che li SEGUE sta cercando delle strade PERSONALI per attuare una PROPRIA LEADERSHIP?

In questo caso, hai trovato un LEADER.

Un vero LEADER

  • AIUTA,

  • SOSTIENE

la CRESCITA di altri LEADER.

Sbagli ad IDENTIFICARE il LEADER nella struttura di cui fai parte?

Rischi di andare incontro al FALLIMENTO.

Hai trovato un VERO LEADER?

SEGUILO!

ASCOLTA quello che ha da dirti.

Il tuo LEADER rappresenta la tua più GRANDE RISORSA e, molto spesso, la tua UNICA possibilità di avere una INDIPENDENZA economica che ti dia la vita che MERITI.




Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0

Torna ai contenuti