13 Atteggiamenti da evitare assolutamente per migliorare te stesso – Parte 1 - Gocce Network Marketing

Vai ai contenuti

13 Atteggiamenti da evitare assolutamente per migliorare te stesso – Parte 1

Autore: Pasquale Gambarelli - Anna De Flandre
Inserito su goccenetworkmarketing.it in data: 14/02/2017
          
Il tuo ATTEGGIAMENTO viene RIFLESSO da quello che fai e, di solito, viene notato ATTRAVERSO quello che tu NON fai.

La psicoterapeuta AMY MORIN afferma che la tua FORZA MENTALE, cioè l'insieme delle tue CAPACITÀ mentali, dipende dal modo in cui riesci a CONTROLLARE

  • PENSIERI

  • COMPORTAMENTI

  • EMOZIONI
 
Ovviamente dobbiamo PRENDERE in considerazione anche la NOSTRA personalità, le esperienze vissute nel PASSATO e TANTE altre cose.

Ma, in QUALUNQUE punto del percorso della NOSTRA vita ci troviamo, possiamo AUMENTARE le nostre  CAPACITÀ mentali.

Credi che qualcuno possa aumentare le proprie capacità mentali?

La risposta, secondo AMY MORIN, è SI ma dobbiamo EVITARE di compiere 13 ERRORI del tutto NEGATIVI che possono, se non stai attento, risultare NEFASTI in un'attività di NETWORK MARKETING.

Facendolo diventeremo più RESISTENTI e FLESSIBILI e riusciremo ad AFFRONTARE in modo più EFFICACE i vari PROBLEMI con cui abbiamo a che fare GIORNO dopo GIORNO acquistando, inoltre, maggiore SICUREZZA e FIDUCIA in noi stessi.

TUTTI gli errori di cui parla AMY MORIN non sono altro che ATTEGGIAMENTI MENTALI errati e, quindi, da EVITARE nella maniera più assoluta.

Quali sono questi 13 atteggiamenti da evitare?

I 13 ATTEGGIAMENTI che devi ASSOLUTAMENTE evitare sono



Se pensi che

  • la gente ti tratta MALE

  • la sfortuna ti PERSEGUITA

  • il mondo NON È GIUSTO
 
allora stai facendo questo errore.

A volte la gente ti tratta male ed il mondo non è giusto.

È normale essere un PO' triste a volte, ma SOLO a volte!

Se ESAGERI stai DANNEGGIANDO te stesso perché, così facendo,

  • NON ti ASSUMERAI le TUE responsabilità,

  • NON affronterai le TUE paure.

Così facendo TI NEGHI la possibilità di MIGLIORARE la TUA situazione a meno che TU non voglia USARE la tua AUTOCOMMISERAZIONE come un espediente per OTTENERE le ATTENZIONI degli altri.

Invece di PIANGERTI addosso puoi

  • SVOLGERE delle ATTIVITÀ come volontariato, sport o azioni che ti facciano sentire BENE.
 
  • RIVEDERE il modo in cui OSSERVI la vita cercando di GUARDARE il bicchiere mezzo PIENO invece di dire Oh, povero me!

    Un amico, che ha AFFRONTATO la tua STESSA situazione, ti OFFRE delle parole di INCORAGGIAMENTO?

    Ascoltalo e cerca di SEGUIRE i suoi CONSIGLI.

    Cerca di RICORDARE le volte in cui, affrontando delle DIFFICOLTÀ nel passato, ne sei uscito VINCITORE.

    Convinciti che PUOI superare anche la tua ULTIMA sfida.
 
  • Ricorda a TE STESSO quello che hai  e mostra GRATITUDINE per quanto arricchisce la TUA vita.

    Ami TUA moglie?

    DIGLIELO e RINGRAZIALA di esistere perché SENZA di lei la TUA vita sarebbe PIÙ povera.

    ESPRIMERE la tua gratitudine

    • ti farà sentire BENE,

    • ti AIUTERÀ a mantenere un atteggiamento POSITIVO,

    • MIGLIORERÀ le tue RELAZIONI sociali.
 


A volte puoi REAGIRE

  • in maniera SPROPOSITATA,

  • perdere il CONTROLLO.

Altre volte puoi avere delle NOTIZIE che ti turbano PIÙ di quanto dovrebbero.

Altre ancora NON riesci a dire di NO.



Ci sono delle situazioni in cui non puoi evitarlo.

Vero, ma in TUTTI questi casi finisci col FARE cose che NON vorresti fare e

  • QUALCUNO,

  • QUALCOSA

ti COSTRINGE a NON essere COMPLETAMENTE te stesso.

IDENTIFICA chi

  • ti costringe a fare ciò che NON vuoi fare,

  • RIDUCE l'espressione della tua INDIVIDUALITÀ.

Può essere

  • il TUO capo,

  • un TUO collega,

  • un TUO parente.

Li hai IDENTIFICATI?

CHIEDITI se LORO farebbero per TE quanto TU stai facendo per LORO.

CHIEDITI se è

  • il caso di rivedere il TUO comportamento,

  • il TUO linguaggio nei LORO confronti.

Considera le CONSEGUENZE che stai VIVENDO.

Devi CAPIRE che, perdendo il CONTROLLO quando parli con una PERSONA,  RINUNCI alla tua AUTONOMIA, quindi, fa un PROFONDO respiro o vai a fare DUE PASSI per ritrovare il TUO controllo.

Devi SCEGLIERE in base a quello che vuoi TU non in base alle MINORI ricadute negative che avrai o al MENO peggio.



Spesso si SCAPPA dal CAMBIAMENTO perché si ha PAURA di quello che NON si conosce o dalle MODIFICHE alla NOSTRA vita che deriverebbero dall'ACCETTARE il CAMBIAMENTO.

 

Non è facile cambiare senza sapere cosa succederà.

Il problema è che, se NON SI ACCETTA il cambiamento, le CONSEGUENZE che ne  deriverebbero potrebbero essere MOLTO negative.

Vivere CONTINUAMENTE con le stesse ABITUDINI può risultare NOIOSO e anche PERICOLOSO se le abitudini sono DANNOSE.

INOLTRE, se non ti interessano NUOVE idee o attività, POTRESTI risultare NOIOSO anche agli amici e familiari, con TUTTE le CONSEGUENZE del caso.

Più a lungo RIFIUTI il cambiamento, più sarà DIFFICILE per te ATTUARLO.

Fai un ELENCO dei VANTAGGI e degli SVANTAGGI che risulterebbero dal CAMBIAMENTO.

Pensa ai vari PRO e CONTRO che faranno la DIFFERENZA tra quello che VERAMENTE desideri e quello di cui hai PAURA.

AFFRONTA la possibilità di FARE i cambiamenti tenendo PRESENTE che le TUE decisioni si dovrebbero basare sul PENSIERO e NON sulle EMOZIONI.

Stabilisci un OBIETTIVO e datti una SCADENZA per il suo RAGGIUNGIMENTO.

Pianifica il TUO cambiamento.

Identifica le AZIONI da fare OGNI giorno, azioni che ti portino VERSO il tuo OBIETTIVO.

Studia i TUOI progressi e GESTISCI gli OSTACOLI che troverai DAVANTI, cambiando il TUO piano, se necessario, ma NON il tuo OBIETTIVO.

 

 

Sei un FANATICO del CONTROLLO e hai PAURA a delegare perché NON credi che gli altri POSSANO dare risposte ADEGUATE alle TUE aspettative?

No, sono SICURO che gli altri mi deluderanno.

A volte si cerca di controllare TROPPE cose, ma questo può risultare MOLTO stressante, sopratutto quando PROVI a controllare cose che NON si possono CONTROLLARE.

Chiedere ad un GENITORE per sapere COSA ne PENSA.

DEVI trovare un EQUILIBRIO cercando di CONCENTRATI su quello che PUOI controllare.

NON PUOI controllare le auto che INCROCI lungo la tua strada ma PUOI controllare la TUA condotta di guida.

NON PUOI controllare le altre persone ma PUOI influenzarle.

Puoi dire tutto quello che vuoi, tutte le volte che vuoi ma alcune persone non ti ascolteranno mai.

Per INFLUENZARLE devi prima ASCOLTARLE e COMPRENDERLE e POI dividere il TUO punto di vista con LORO ma SENZA ripeterlo in CONTINUAZIONE poiché rischi di renderti OSTILE invece di PERSUADERLI.

Le PERSONE finirebbero con l'ASSUMERE un atteggiamento di RIFIUTO anche solo al TONO della TUA voce.

Esprimi la TUA opinione UNA volta SOLA e basta.

NON cercare di CAMBIARE gli altri, CERCA di cambiare TE STESSO.

La gente che DESIDERA controllare OGNI cosa è ansiosa, stressata e NON accetta facilmente il CAMBIAMENTO o nuove OPPORTUNITÀ.

ACCETTA di NON poter controllare TUTTO e vivrai in modo più SERENO e FELICE.

 

 

Se trovi DIFFICILE dire di NO, ti preoccupi degli ALTRI e ti senti RESPONSABILE per come si sentono, POTRESTI essere una di QUELLE persone che VOGLIONO piacere alla gente e che, per QUESTO motivo, si trovano a SPENDERE un MUCCHIO di energie.

Le persone che VOGLIONO piacere agli altri hanno due FALSE credenze

  • PRIMA CREDENZA: CREDONO di poter CONTROLLARE i SENTIMENTI degli altri,

  • SECONDA CREDENZA: CREDONO che gli altri si PREOCCUPINO di ogni LORO mossa.

NON PUOI piacere a TUTTI, decidi a chi VUOI piacere ma, RICORDA, se piaci al tuo CAPO potresti DISPIACERE alla tua SPOSA: chi è più IMPORTANTE?

Le PERSONE che si danno da fare per PIACERE a TUTTI potrebbero, anche, FINIRE con l'essere presi in GIRO.

SCEGLI le persone a cui PIACERE e QUALI valori ti INTERESSANO: la famiglia, il volontariato, l'amicizia, la carriera, la salute.

Riserva il MASSIMO della TUA energia a QUEI valori che ti interessano di PIÙ e lascia la RIMANENTE energia per il RESTO, in modo da svolgere le TUE attività in base alle TUE scelte.

Se la TUA famiglia è più importante del TUO lavoro, finito il lavoro, VIVI la tua famiglia e NON trascurarla.




Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0

Torna ai contenuti